che cos'è Yogilates?

Jonathan Urla
Jonathan Urla ideatore dello Yogilates

Yogilates è la fusione fra il metodo Pilates e la disciplina dello Yoga. Il metodo Pilates è un sistema di ginnastica inventato negli anni '20 del secolo scorso da Joseph Humbertus Pilates, mentre lo Yoga è una disciplina millenaria sviluppata in India dagli asceti e dagli antichi guerrieri.

Il termine Yogilates è stato coniato dal ballerino newyorkese Jonathan Urla nel 1997, dopo aver notato come il metodo Pilates lo aiutava a mantenere meglio le Asana dello Yoga e come allo stesso modo lo Yoga lo aiutava a compiere gli esercizi Pilates con più scioltezza.

L'incontro tra Jonathan Urla e il Maestro Ranil è avvenuto a Roma nel 2003. Dopo questa esperienza il Maestro Ranil, che è un esponente della scuola Pilates Evoluta, ha sviluppato nuovi esercizi e sequenze insieme al suo Mentore, il Dott. Josef DellaGrotte. A differenza dello Yogilates originario di Urla, che associava il Pilates al Hatha Yoga, il Maestro Ranil ha incorporato gli esercizi Pilates nelle sequenze di Ashtanga Vinyasa Yoga, una disciplina usata dagli antichi guerrieri indiani.

All'eta di 66 anni il Maetro Ranil è una dimostrazione vivente dell'efficacia di questo metodo che garantisce un corpo allo stesso tempo forte e flessibile.

provare per credere

Yogilates e Pilates si basano su alcuni principi cardine:

  • CONCENTRAZIONE: attenzione centrata su ogni singolo movimento e sull'ascolto del proprio corpo, per migliorare la comprensione del lavoro sinergico di mente e corpo e la consapevolezza di sé
  • CONTROLLO: la concentrazione consente di arrivare al pieno controllo del  corpo, considerato nella sua interezza e non solo per la parte direttamente coinvolta nell'esercizio; per citare Joseph Pilates, «una buona postura si può ottenere soltanto quando si ha il perfetto controllo di ogni meccanismo del corpo»
  • BARICENTRO: al centro del metodo, questa zona del nostro corpo - che comprende tutti i muscoli connessi al tronco: addome, glutei, adduttori e zona lombare - veniva definita da Pilates power house. Tonificare e rafforzare questa parte significa sviluppare un sostegno stabile per il corpo, migliorando la resistenza alla fatica e ottenendo una ridotta incidenza di dolori lombari e dorsali 
  • FLUIDITÀ: «è una coreografia disegnata per darvi più flessibilità, grazia e capacità, che si rifletteranno nel vostro modo di camminare, di giocare, di lavorare»: così si esprimeva Pilates a proposito del suo metodo;  controllo e forza del baricentro consentono di eseguire movimenti fluidi e armoniosi
  • PRECISIONE: ogni movimento ha un obiettivo preciso, e deve essere eseguito correttamente; una sequenza bilanciata, eseguita con precisione, consente di ottenere i migliori risultati senza affaticare inutilmente il corpo
  • RESPIRAZIONE: parte integrante degli esercizi, la corretta respirazione - ottenuta partendo dalla cassa toracica - scandisce il ritmo dei movimenti e favorisce la concentrazione